Viaje a Guatemala Viaje a Guatemala Prensa Libre


[ Archivo de publicaciones ]


Notas relacionadas:

Al norte de Guatemala, el departamento de Alta Verapaz se ubica en un área rica en minerales, roca calcárea, karts y un...
Una de las ciudades más importantes del norte de Guatemala es Cobán, que debe su riqueza al cultivo del café, en...
Eso fue lo que pensamos cuando decidimos practicar rafting en el río Cahabón, en Cobán, por lo que unos días antes...
Chisec es una comunidad que ha resurgido relajada y alegre en los tiempos de paz, convirtiéndose en un destino...
Non c´è dubbio che la natura ha i suoi propri segreti e, sebbene nei diversi dipartimenti del Guatemala ci siano alcuni...
L'attrazione forse non sarebbe la stessa se si trattasse di un'altra specie, ma si tratta del quetzal, un uccello che...
Como en un cuadro pintado por la naturaleza, es el extraordinario paisaje que ofrece este puente natural, o plataforma...
The departure point to get to Lanquín is the departmental head, Cobán, that is three hours of this colorful...

Antigua Guatemala


Copyright

viajeaguatemala.com es un portal de Prensa Libre. Derechos reservados.

I più piccoli riuniti in un grande progetto

Dal 2001, la Fondazione per lo Sviluppo del Guatemala (FUNDESA) con l'appoggio della Banca Interamericana per lo Sviluppo (BID-IADB) e del governo di Spagna tramite la Confederazione d'Imprenditori d'Andalucía, ha sviluppato un programma che cerca di somministrare gli strumenti necessari perché gli imprenditori dell'area turistica possano offrire migliori prodotti e servizi, avendo le possibilità più adatte nel concorrere di questo mercato.

Dall'altra parte, lo scopo del programma è quello di aggruppare tutti i micro e i medi imprenditori del turismo affinché partendo da uno sforzo creato in un insieme possano offrire un'attenzione migliore, concorrendo nelle stesse condizioni con l'offerta delle grandi corporazioni e le multinazionali che operano nel paese.

Con la direzione dello scienziato Jorge González, il Programma per lo Sviluppo ed il Fomento della Microimpresa del Settore Turistico, si sono potute iniziare le attività da implementare nelle zone turistiche fondamentali del paese, come La Antigua Guatemala, Livingston, Petén e Cobán.

Il programma consiste in creare un Centro Imprenditoriale Turistico, CET, che abbia lo scopo d'identificare e raggruppare i diversi imprenditori di questo settore per poi invitarli a fare parte di quest'iniziativa.  Tutti gli imprenditori ricevono diversi addestramenti, frequentano corsi e finalmente ottengono gli strumenti per ottimizzare la loro offerta nel mercato.  Nello stesso modo, sono beneficiari di una cooperazione tecnica nella quale diversi professionali fanno una valutazione dell'infrastruttura e l'immagine commerciale che progetta ogni imprenditore, tutto ciò per determinare i punti più deboli da migliorare nelle loro aziende, ma anche per orientarli nella creazione di suggerimenti più efficaci.

Nelle tappe successive, si prevede la creazione d'offerte di pacchetti che includano i distinti settori presenti nei CET (alloggio, alimentazione, agenzie viaggi e scuole di lingua spagnola, per esempio), avendo ugualmente nuove possibilità che in modo integrale possano essere sfruttate dai turisti.  Alla fine, il programma cercherà di integrare gli imprenditori nelle diverse unità:  La Antigua, Livingston, Petén y Cobán, perché possano offrire scelte che possano proporre un'esperienza attraverso tutta Guatemala.

L'appello per partecipare, e successivamente fare parte di questo programma, ha tirato l'attenzione di tanti imprenditori che hanno visto l'opportunità di ottenere l'addestramento e l'aiuto professionale che volevano.  Non solo si sono avvicinati coloro che avevano già parecchi anni di esperienza nel turismo, ma anche coloro che desiderano iniziarsi in quest'attività, trovando nei CET uno spazio per loro; ad esempio, il caso di Armanda de Sarceño chi alla fine di questo mese a San Juan del Obispo aprirà al pubblico le porte del ristorante Café del Obispo (il Caffè dell'Arcivescovo).  Sarceño ci racconta:  'Noi siamo andati al Comune dove strada facendo ci siamo trovati con la pubblicità che lanciava l'invito a partecipare in questo programma che ha tirato la nostra attenzione, soprattutto nei corsi d'addestramento.  Allora, siamo andati al CET dove ci hanno comunicato tutta l'informazione necessaria e alla fine abbiamo deciso di partecipare in quest'iniziativa'.

I corsi d'addestramento non sono l'unica motivazione da approfittare, c'è anche l'assistenza tecnica che è stata una guida importante per portare a termine progressi nei diversi stabilimenti.  'L'uso dei colori mi ha lasciato perplessa, mi hanno detto che colori dovevo mettere nelle mura, che tipo di mobili rimanevano migliore in questo posto, come organizzare la cucina, insomma, sono stati di grande aiuto', ci racconta Ruth Nájera, padrona del Ristorante La Taquiza che è amministrato da un gruppo strategico di persone ancora più rilassate che sono alla ricerca del fast-food in un'atmosfera con uno stile boemi.

La visione proposta per il Programma ha già messo i semi negli imprenditori che, oggi più entusiasmati, pensano con più illusione all'opportunità di unire gli sforzi necessari con altri imprenditori da diversi luoghi, secondo ci spiega Luis Reyna, amministratore dell'Hotel Casa de Don Ismael:  'il profitto di questo programma si trova in un'alleanza di reti imprenditoriali che ci permetta amministrare gruppi di turisti con pacchetti che includano Tikal, Livingston e La Antigua.  Prossimamente, ne avremo una conferenza di attività commerciali dove ci potremmo conoscere con tutti gli altri imprenditori e da lì magari partire nella creazione di proposte per il turista che comprendano questi siti'.

La visione integrale di questo Programma ha permesso la creazione di vincoli tra le attività relazionate con il turismo che prima si lavoravano in maniera individuale.  Con gli sforzi di altre ditte si potrebbe captare un turismo al cui offrire qualsiasi attività che sveglia ancora più interesse in questi siti.  Questa situazione si manifesta particolarmente nelle scuole di Spagnolo, le quali hanno contatto con i turisti in maniera più ampia visto che la durata dei loro corsi si svolge dai due ai sei mesi.  Questo gruppo strategico che normalmente rimane più tempo a La Antigua è il centro del turismo di questa città, che tramite una rete di servizi d'alloggio, pasti e agenzie di turismo, permette che gli sforzi, prima individuali, siano sommati in beneficio del turista e dei proprietari degli stabilimenti.

'Insieme ad un alloggio e ad un'agenzia di viaggio abbiamo organizzato un pacchetto che offriva una settimana di lezioni di spagnolo in sei ore, tre gite turistiche, tra La Antigua, casa di campagna Macadamia ed un Museo.  Nello stesso modo, questo pacchetto includeva l'alloggio per sei notti in un albergo de La Antigua.  Il costo totale del pacchetto dipende dell'albergo che il turista scelga, delle comodità e dei servizi che desideri', commenta Elisa Pellecer della Scuola di Spagnolo Alameda.  L'offerta corrisponde più a che piccoli e medi imprenditori del turismo possano avere i mezzi necessari che li permettano formare un'associazione che faccia fronte in comune alle grandi aziende, e così cercare dei benefici sia per gli imprenditori che per i turisti.